Percorso | Itinerario della Pigna


Il borgo antico di Sanremo fu fondato intorno all'anno Mille, è stato continuamente ampliato e rinforzato fino al Cinquecento per difenderlo dalle aggressioni dei pirati. La Pigna comincia dalla trecentesca Porta di Santo Stefano, un arco di pietra in stile gotico che costituisce una sorta di raccordo fra la città moderna e quella antica (lungo le strade della Pigna si contano ben undici porte interne come la Porta Santa Brigida, la porta Bugiarda, la Porta Santa Maria, la Porta della Tana che dovevano assicurare ulteriore protezione agli abitanti in caso di invasioni). Oltre la porta, al termine della breve via omonima, si svolta a sinistra nelle caratteristiche Rivolte San Sebastiano, coperte e fatte di gradini alti e sconnessi che conducono alla Piazza dell'Oratorio dei Dolori (nome desunto dalla confraternita della Misericordia o dei dolori). L'ingresso dello stabile è protetto da un porticato con una scritta dipinta nel 1642, l'interno è decorato con affreschi settecenteschi. Dal palazzo nobile della famiglia Gentile-Spinola, si scende per via del Pretorio, si svolta poi in via Palma, la strada principale del versante occidentale del quartiere. Qui c'è la casa dei Manara "la migliore che nel 1538 eravi in Sanremo", perciò scelta per ospitare il papa Paolo III, in quell'anno diretto a Nizza.

In via Monta, nel palazzo della famiglia Sapia Rossi, soggiornò nel 1794 Napoleone Bonaparte

Condividi Sanremo Plus con i tuoi amici

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1
×
Ciao! mi chiamo S.I.V. e sono il tuo assistente virtuale. Posso fornirti informazioni | la City Card gratuita | indicazioni per la prenotazione alberghi | indicazioni stradali e rispondere alle tue domande di carattere generico su Sanremo....clicca nuovamente il pulsante per parlare con me